Il solito Cruz fa felice l’Inter all’ultimo minuto

Il primo colpo è dell’Inter, al 13’su azione di calcio d’angolo, Figo serve corto Grosso che fa un passo e lascia partire un sinistro forte e teso che si stampa all’incrocio dei pali sulla destra di Bucci. L’esterno basso dell’Inter si ripeterà nel secondo tempo. Risponde il Parma con Pisanu e Morfeo che calcia alto, sul capovolgimento di fronte punizione per l’Inter, calcia Vieira, palla al limite dell’area per Ibrahimovic, stop di petto, lo svedese si gira, destro a incrociare e palla sul palo opposto: Parma 0-Inter 1. Piccolo capolavoro di coordinazione dello svedese, Bucci incolpevole, vantaggio meritato. La reazione del Parma arriva al 18’ ancora con Pisanu, destro in diagonale che si perde sul fondo.
Passano dieci minuti e il Parma pareggia con una splendida giocata di Budan che servito da Bocchetti è bravissimo ad anticipare in torsione col sinistro Cordova, Julio Cesar sorpreso, Parma 1-Inter 1. Pareggio giusto.
Alla mezz’ora gioco nervoso e molte interruzioni, Crespo, Contini e Ibrahimovic protagonisti e vittime, il parmense si getta platealmente a terra simulando un colpo e Saccani lo ammonisce. Un istante prima aveva tirato una manata in faccia a Crespo costretto ad uscire dal campo. Al 38’ ammonizione anche per Vieira, partita nervosa, Ibrahimovic invita Saccani a fischiare più spesso.
Il secondo tempo inizia con Morfeo in palleggio spettacolare al limite dell’area concluso con un destro alto. Il Parma prende coraggio, ancora Morfeo al 10’ calcia dal limite e poi sullo slancio finisce addosso a Maicon e Materazzi, contrasto violento. Al 19’ la sostituzione che deciderà il risultato Cruz rileva Crespo. L’Inter prende seriamente in mano la partita, unica azione del Parma, clamorosa, è di Muslinovic che solo sul dischetto calcia alto. Al 25’ mischia paurosa in area del Parma ma nessun interista calcia in porta; al 36’ sinistro violento di Grosso su punizione, in tuffo basso mette in angolo De Lucia che ha sostituito Bucci. Al 39’ gran colpo di testa di Ibrahimovic, De Lucia in tuffo plastico salva, al 42’ palo di Solari con deviazione di De Lucia costretto ai numeri, 6 minuti di recupero, l’Inter non si ferma, Cruz prima di testa e poi di piede decide la partita al 46’, Inter prima col Palermo.