Sollecito in carcere si mette a insegnare

Manca ancora un’ultima autorizzazione del gip ma Raffaele Sollecito già dai prossimi giorni, potrebbe iniziare a tenere lezioni di informatica ai detenuti del carcere di Terni, dove il ragazzo, laureatosi in informatica durante la detenzione, si trova recluso per l’omicidio della studentessa inglese Meredith Kercher. A darne notizia uno dei legali del giovane, l’avvocato Luca Maori, che stamani, insieme all’avvocato Giulia Bongiorno, ha incontrato Sollecito nel carcere ternano. In particolare le lezioni dovrebbero svolgersi in una saletta allestita con dei computer all’interno dell’istituto penitenziario. I corsi potrebbero iniziare già nei prossimi giorni anche se - come detto - manca ancora l’autorizzazione finale del giudice.