Sollima, ora serio ora ludico gioca con fantasia e minimalismo

Potrebbe contentarsi di mietere successi suonando musica barocca per il mondo, e nel tempo libero lavorare alla cantata commissionatogli da Riccardo Muti. Ma Giovanni Sollima, violoncellista e compositore, è posseduto da un'irrequietezza che gli fa trasvolare generi e gabbie, nulla disdegnando. Qui, col sassofonista Alessandro Gandola, viaggia tra serio il serio e il ludico dal barocco al jazz, al rock, all’arabesco, al minimalismo inanellando vaghezze melodiche, dissonanze agre, vocalismi e borborigmi - una Babele, ma quanto ordinata e lucida. Col sospetto d'un giochino un po’ di testa, ma con la curiosità colta del grande esploratore, che non perde occasione per mettere in viaggio anima e cuore.

SOLLIMA & GANDOLA Astrolabioanima (Carta da musica)