Un solo Consiglio ma voto separato

Il nuovo Albo dei dottori commercialisti e degli esperti contabili, sarà strutturato in due sezioni, A e B, con competenze specifiche e differenziate. É prevista inoltre una serie di incompatibilità con altre attività, anche non prevalenti nè abituali, come quella di imprenditore o promotore finanziario.
A tutti gli iscritti è comunque riconosciuta competenza specifica in economia aziendale e diritto d’impresa, e in generale nelle materie economiche, finanziarie, tributarie, societarie e amministrative. I primi presidenti dei nuovi Consigli, dal 2008- data di partenza dell’Albo unico- saranno scelti fra i “vecchi“ dottori commercialisti. I ragionieri saranno invece vicepresidenti.
Il Consiglio nazionale sarà guidato anch’esso da un “vecchio“ dottore commercialista dal primo gennaio 2008 per 5 anni, che poi scenderanno a quattro. Vicepresidente sarà un ragioniere. La data della convocazione delle assemblee elettorali sarà fissata dal ministro della Giustizia entro il 31 maggio 2007.
Dottori e ragionieri commercialisti dovranno votare separatamente per i rispettivi candidati, per il numero di membri riservati a ragionieri e dottori commercialisti per ciascun Ordine, proporzinalmente agli iscritti nei due Albi. Il nuovo Consiglio durerà, appunto, cinque anni.
Nella seconda fase transitoria, dal primo gennaio 2013 al 31 dicembre 2016, sarà invece possibile presentare liste collegate.