Solo così le imposte non saliranno e le imprese saranno "tax free"

Si vota oggi e domani. La partita di Milano si conferma ancora una volta fondamentale: ecco dieci motivi per votare la Moratti

Letizia Moratti è un’economista, esperta di finanza. Promette di non rincarare le tasse e di non mettere quella di soggiorno di 5 euro a notte. Vuole attuare a Milano il regime fiscale di attrazione europea, per promuovere la città come «free tax zone» e attirare investimenti esteri. È credibile, Milano è il solo grande Comune senza addizionale Irpef. Pisapia, avvocato penale, ex movimentista, propone tante spese ed esoneri sociali, ma non di non aumentare le tasse. Dal 2014, per gli immobili, al posto di Irpef e ICI (con l’esonero prima casa) ci sarà l’IMU, con aliquota fra 0,46% e 1,06%, che va moltiplicata per 25, per avere l’incidenza sul reddito. Su di esso la tassa sarà fra 11,5 e 26,50%. Pisapia potrebbe fare pagare 26,5% e Moratti 11,5 a chi affitta l’immobile o lo usa per suo ufficio, recapito o impresa.