Solo nel Lazio prenotati 400 pullman azzurri per la manifestazione contro la Finanziaria

A pieni giri la macchina organizzativa di Forza Italia nel Lazio in vista della grande manifestazione nazionale del 2 dicembre a piazza San Giovanni contro la Finanziaria. Da Roma e dal Lazio gli azzurri contano di far arrivare oltre 400 pullman. Una mobilitazione forse mai vista finora: nei capoluoghi di regione, nei municipi di Roma, nei piccoli comuni dell’hinterland, ovunque i coordinatori del partito sono impegnati a tempo pieno. A fare le cifre dell’affluenza-record per il 2 dicembre è il coordinatore regionale di Forza Italia Francesco Giro: «I pullman, ognuno da 50 posti, porteranno 20mila persone. A questi si aggiungeranno pullmini, auto private, comitive in treno, portando il totale a 30mila. Ma siamo certi di avere nei prossimi giorni altre adesioni e arrivare nel Lazio a sfiorare quota 50mila presenze». A Roma i centralini del partito in via dell’Umiltà sono tempestati da migliaia di telefonate. Si registra una mobilitazione spontanea che proviene da tutta la regione. «Purtroppo i pullman che abbiamo prenotato sono tutti pieni - afferma Giro -. Per ora raccomando a tutte queste persone di raggiungere Roma col treno o con mezzi propri». Poi un particolare che la dice lunga: «So che alla manifestazione parteciperanno anche elettori dell’Udc. Malgrado il partito di Casini non aderisca alla manifestazione, parecchi deputati e senatori Udc saranno a San Giovanni lo stesso. La protesta contro Prodi è più forte di ogni altra indicazione». Saranno stampati da Forza Italia 200mila volantini. Fra i volantini anche quello con l’appello per una nuova via in ogni comune italiano: via Prodi... Nella capitale la macchina logistica per il 2 dicembre è pronta in ogni dettaglio. Tre i punti di raccolta per i cortei che raggiungeranno a piedi San Giovanni: sono piazza della Repubblica, Circo Massimo e largo Colli Albani. In tutti e tre il ritrovo è fissato alle ore 13, il corteo a piedi si avvierà alle 15. I pullman provenienti da Sud - Latina e fuori regione - si fermeranno al terminal Anagnina, da dove la gente potrà prendere la Metro A per dirigersi rapidamente a Colli Albani. Altri approdi per i torpedoni sono previsti ai terminal Eur Laurentino e Stazione Tiburtina, da dove si potrà salire sui convogli della Metro B e raggiungere i tre punti di raccolta principali. Per chi viene in treno dalle regioni del Nord l’approdo sarà Stazione Termini, a poche centinaia di metri da piazza della Repubblica. Nel Lazio 70 pullman sono stati organizzati a Latina, 60 a Frosinone, 20 a Rieti, 30 a Viterbo. Gli altri - circa 220-250 - proverranno dalla periferia di Roma e dai piccoli comuni della provincia. Il totale fa appunto 400. A Viterbo gli azzurri oltre ai pullman hanno organizzato speciali comitive in treno: «C’è una partecipazione straordinaria della popolazione - spiega il consigliere provinciale Francesco Battistoni -. Avevamo allestito con successo nelle settimane scorse i gazebo contro la Finanziaria. Hanno richiamato perfino gente che aveva votato per Prodi. Ora tutti hanno aderito alla manifestazione del 2 dicembre».