Per il solstizio d’estate tutti al Pincio a ballare

Sarà Gianni Ippoliti a condurre la serata intitolata «Ballando sotto le stelle» che avrà luogo mercoledì prossimo a partire dalle 18

Ariela Piattelli

Tra pochi giorni prenderà il via l’Estate Romana. I luoghi più suggestivi della Capitale (piazze, arene ecc.), come quelli a volte dimenticati (le periferie), attendono di essere al centro della vita notturna. La «Festa Europea della Musica» (18, 19, e 21 giugno) apre le porte a questa cascata di eventi, ed in occasione del solstizio d’estate propone percorsi musicali per tutti i gusti sotto il cielo stellato: dal rock al jazz, dal gospel alla classica, il pubblico capitolino e forestiero potrà ascoltare i vari repertori musicali in decine di concerti. Si parte quindi domani (alle ore 18) con un omaggio a Wolfang Amadeus Mozart, presso il Conservatorio di S. Eufemia Fondazione Arts Academy (via G.A. Guattani): i giovani pianisti dell’Accademia Internazionale di Musica in Roma, eseguiranno alcune sonate per pianoforte del genio di Salisburgo. Uno spettacolo curioso e certamente suggestivo è atteso per lunedì: «Nell’acqua e con la terra» vedrà il solisti ed i percussionisti del gruppo musicale Tamtando immergersi nella Fontana Ovale di Villa Borghese (ore 21) ed eseguire, proprio nell’acqua, ritmi, canti e melodie della tradizione africana, afro-pop e spiritual.
Nella stessa serata a partire dalle 22 si potrà entrare gratuitamente a Villa Celimontana per assistere al concerto dei «Juju Quartet», che presenteranno il loro album «Tempi provvisori». Ma visto che la musica non è soltanto per chi l’ascolta, ma anche per chi la danza, la Festa della Musica non può dimenticare i ballerini che sognano di muovere i loro passi preferiti in una bella terrazza romana. Mercoledì 21 la Terrazza del Pincio (dalle ore 18 in poi) si trasformerà in una vera e propria sala da ballo a cielo aperto (ben 1800 metri quadri di pedana), per la serata Ballando sotto le stelle, e per chi vorrà ci saranno anche alcuni maestri di ballo pronti ad impartire lezioni. Condurrà la serata Gianni Ippoliti, che ha scoperto la sua passione per la danza sul palco della trasmissione televisiva «Ballando sotto le stelle»: «La serata sulla terrazza del Pincio sarà un evento unico nel suo genere - spiega il conduttore -. Da quando esiste l’uomo ci sono le serate danzanti sotto le stelle, ma per la prima volta saranno a disposizione, di chiunque voglia cimentarsi nel ballo, una pedana così grande e delle vere e proprie lezioni di danza. Lo scopo è quello di destare nei passanti l’emozione che ho provato io quando ho mosso i primi passi di ballo nella trasmissione tv Ballando sotto le stelle. In più l’iniziativa intende creare uno spazio in cui non sia necessario aspettare mezzanotte per poter ballare: sul palco del Pincio si potrà danzare a partire dalle 18.30, avviando così un esperimento pilota che serva a uscire dalla consuetudine di dover fare tardi per forza». Per i fan del programma tv Amici di Maria de Filippi, la Festa offre la possibilità di vedere esibirsi dal vivo cinque ragazzi del «Saranno famosi» nostrano, a piazza Augusto Imperatore (mercoledì dalle 18.30) per lo spettacolo «Tra Sogno e Realtà». Tra i numerosi appuntamenti segnaliamo inoltre lo spettacolo dell’artista americana Kristin Jones «Ombre dal lupercale» sulle sponde del Tevere, il Quartetto Eko alla discoteca di Stato, mentre il rock sarà protagonista assoluto delle serate organizzate dal «Fonclea al Cineporto» a Ponte Milvio. Chi volesse assistere al concerto di mercoledì di Luis Bacalov con la Musica per film nel cortile Monumentale deve prenotarsi obbligatoriamente il 19 giugno. Ma siccome Roma ha anche una vivissima periferia segnaliamo il concerto dei Ladri di carrozzelle alla Cavea del Teatro di Tor Bella Monaca (mercoledì alle 21) e lo spettacolo «Weltlabyrinth» di Tonj Acquavita e Rosie Wiederkehr degli Agricantus con il chitarrista Edoardo Massimi e la musicista Her nella Piazza del Pigneto (mercoledì alle 21).