«La soluzione è Bancoposta»

Per procedere in modo ordinato al pagamento delle migliaia di pensioni Inps presso gli uffici postali, è stata prevista da diversi anni, da quando il pagamento dei ratei è passato da bimestrale a mensile, la suddivisione per cognome secondo l’ordine alfabetico. Da questa calendarizzazione Poste Italiane non trae alcun vantaggio economico. Infatti, l’Inps fornisce la disponibilità delle somme complessive delle pensioni in scadenza ogni inizio mese ma accredita con valuta lo stesso giorno dell’effettivo pagamento, riconoscendo a Poste Italiane una commissione che è uguale per ciascuna pensione pagata. Tale soluzione organizzativa, non preclude la possibilità in qualche caso di poter ritirare la pensione in un giorno diverso da quello previsto, a condizione che l’ufficio postale sia nella condizione operativa di poter eseguire il pagamento. Con l’occasione, desideriamo ricordare che col servizio «Pensionati e Accreditati» si può avere l’accredito della pensione sul conto Bancoposta fin dal primo giorno del mese, ritirandola con il postamat, senza doversi recare all’ufficio postale, e con il vantaggio di una assicurazione gratuita fino 516 euro in caso di furto. Cordiali saluti
Responsabile Ufficio Comunicazione Territoriale

Poste Italiane