Le soluzioni innovative introdotte per i finanziamenti ipotecari. L’abitazione come mezzo per riorganizzare il budget e per «liberare» liquidità GE Money Bank, la casa come salvadanaio

Nunzia Pagani

Esordisce sul mercato italiano nel gennaio 2005 con prodotti estremamente innovativi per l’acquisto della prima casa, molto flessibili e accessibili a tutti e propone sul territorio nazionale un’assoluta novità: il finanziamento per il consolidamento dei debiti. Oggi, GE Money Bank presenta Mutuo Scambio&Liquidità e Mutuo Scambio&Liquidità SuperLeggero: due soluzioni ad alto valore aggiunto che proseguono lungo quel filone d’innovazione introdotto dalla banca del gruppo General Electric in Italia all’inizio del 2005.
«Il principio che ci guida è quello dell’innovazione - spiega Patrizia Zambianchi, ceo di GE Money Bank - con prodotti per l’acquisto casa, erogati nelle soluzioni a tasso variabile con durata fino a 40 anni, importi finanziati fino al 100% del valore dell’immobile o con i primi 5 anni di rate leggere di soli interessi e, soprattutto, accessibili a un target di clientela esteso anche a coloro che solitamente sono esclusi dai circuiti tradizionali, come i lavoratori a tempo determinato e i nuovi residenti. Molto diffuso nei mercati anglosassoni, il mutuo per il consolidamento dei debiti è, invece, uno strumento che consente di sostituire i diversi finanziamenti in essere come, a esempio, il mutuo per la casa, le rate per l’acquisto dell’auto o dei mobili e i prestiti personali, con un unico prestito garantito da ipoteca ed erogato da un solo interlocutore. Siamo in pochi a proporlo in Italia e continua a dare enormi soddisfazioni alla banca perché è un prodotto che soddisfa le esigenze di molti, ovvero di tutti coloro che hanno bisogno di riorganizzare il proprio budget. Basti pensare a una famiglia media con in corso un mutuo per la casa o un prestito per l’auto e necessiti di ulteriore liquidità: con il consolidamento vengono estinti i debiti preesistenti e si ottiene un unico mutuo di maggiore durata con una rata mensile inferiore (vedi tabella-ndr)».
Ma, da novembre, GE Money Bank è di nuovo protagonista di primo piano del settore con il lancio di Mutuo Scambio&Liquidità e Mutuo Scambio&Liquidità SuperLeggero. Studiato per rinegoziare il vecchio finanziamento e fornire liquidità aggiuntiva fino a 35mila euro, Mutuo Scambio&Liquidità è a tasso variabile ed eroga fino all’80% del valore dell’immobile. La durata massima arriva fino a 30 anni. Nella versione SuperLeggero, invece, Mutuo Scambio&Liquidità risponde alle esigenze di chi, per i primi 5 anni, vuole pagare rate più leggere (costituite da soli interessi) e poi, dal sesto anno, una rata con il tipico ammortamento alla francese, composta da una quota di interessi e da una quota a rimborso del capitale prestato. La durata massima è sempre 30 anni. Le due proposte Scambio&Liquidità si affiancano alla famiglia dei mutui per il consolidamento dei debiti (EquilibRata, EquilibRata SuperLeggera e CentRata 100%) che, utilizzando la casa come salvadanaio per liberare liquidità, consentono di sostituire i diversi finanziamenti in essere con un unico prestito garantito da ipoteca erogato da una sola banca.
A differenza dei Paesi anglosassoni, in Italia il mercato per questo tipo di prodotto è ancora contenuto perché l’idea di utilizzare la casa come mezzo per ottenere prestiti di elevato importo a tassi vantaggiosi è un concetto nuovo e introdotto, per la prima volta, proprio da GE Money Bank meno di due anni fa.
«Ma le prospettive - conclude Patrizia Zambianchi - sono decisamente positive perché nel consumatore italiano sta maturando l’interesse soluzioni che permettono di rinegoziare le condizioni del proprio mutuo. Si tratta di un cambio culturale che sarà in grado di aprire nel futuro notevoli opportunità».