Soluzioni in linea con le esigenze del singolo risparmiatore e investitore. Con l'aiuto del Family Banker

Due risultati concreti dimostrano il successo di una strategia ben precisa, che mette sempre al primo posto gli interessi del cliente. Attraverso una consulenza mirata e personalizzata, che non si limita semplicemente a distribuire e vendere prodotti al mercato, alla massa dei risparmiatori e investitori privati. Ma che, attraverso l'assistenza diretta, personale e costante nel tempo del Family Banker, è in grado di conoscere bene, in maniera approfondita, caratteristiche, profilo, necessità di ogni singolo risparmiatore e investitore, mettendo a disposizione le soluzioni più adeguate. Anche nel campo del credito e dei finanziamenti immobiliari. E fornendogli anche misure di protezione e garanzia, come la possibilità di accedere a coperture assicurative, ad esempio sugli immobili acquistati con un mutuo, con una duplice tutela: del credito e del cliente.
Ecco il primo dato importante: le sofferenze nette che Banca Mediolanum registra nei confronti della propria clientela corrispondono a solamente lo 0,26% del totale dei crediti, mutui e finanziamenti, erogati. Un valore molto basso, ancora di più se paragonato a quelli che corrispondono a gran parte degli altri istituti di credito italiani, di livello nazionale e internazionale, che, secondo una recente analisi di Assofin (associazione del credito al consumo e immobiliare) e IlSole24Ore, oscillano invece in valori compresi tra circa l'1 e il 2,80% del totale (sempre considerando le sofferenze nette sui crediti, al netto dei fondi rischi).
E l'altro risultato rilevante è il seguente: nel corso del primo semestre 2009, sempre secondo analisi ed elaborazioni Assofin sul credito immobiliare erogato alle famiglie, mentre all'interno del mercato bancario nazionale si è registrata una diminuzione media complessiva del valore dei mutui erogati pari al 19,3% rispetto allo stesso periodo del 2008 (con istituti bancari di primo piano che hanno fatto registrare diminuzioni dei valori dei mutui erogati pari al 20, 30, fino al 70% rispetto a un anno prima), Banca Mediolanum nello stesso periodo ha fatto registrare un incremento del 200% dei valori dei mutui erogati alla clientela.
Cifre e risultati che indicano con evidenza un aspetto essenziale, fondamentale per gli stessi clienti: Banca Mediolanum registra sofferenze nette molto basse nei confronti dei crediti alla clientela non perché applichi una stretta al credito, alla concessione di finanziamenti immobiliari e mutui per le famiglie, che sono invece in forte crescita, e in netta controtendenza rispetto a gran parte del mercato. Ma perché raccoglie i risultati di una strategia, di una politica aziendale, ben precisa: quella di fornire alla clientela non solo un 'prodotto' bancario (come il singolo mutuo o prestito) ma un servizio di consulenza altamente specializzato e costruito su misura, in linea con esigenze, possibilità finanziarie e progetti del singolo cliente, risparmiatore e investitore.
La possibilità di accedere a un mutuo è riservata a chi è cliente della Banca, all'interno di un ventaglio di servizi e soluzioni di risparmio e investimento molto ampio e articolato, che va dal conto corrente alle polizze assicurative, ai piani d'investimento e previdenziali.
Banca Mediolanum applica poi una politica di erogazione di crediti, finanziamenti e mutui che prevede e può comprendere anche forme di tutela e polizze a garanzia del cliente, e della sua solvibilità, per esempio in caso di gravi infortuni, invalidità permanente, perdita del posto di lavoro, e altri eventi imprevedibili che possono intaccare pesantemente il reddito familiare e del singolo cliente.
Oltre ad altre importanti forme di tutela e sostegno. Per esempio, per tutti i clienti dal gennaio scorso sono previste per i mutui condizioni a tasso variabile che si adattano alle variazioni dell'Euribor (il tasso di riferimento europeo), prevedendo anche un meccanismo che, quando l'Euribor cresce e oltrepassa determinati valori prefissati, in maniera automatica, e senza che il cliente ne debba fare richiesta o debba ri-contrattare le condizioni del mutuo, aggiorna e riduce lo 'spread' applicato al finanziamento, entro determinati parametri, e attenua in questo modo l'effetto della crescita dell'Euribor.