Somalia, italiano ferito E' un operatore Onu

Una mina con telecomando a distanza ha ferito due operatori delle Nazioni Unite a Merka, nel Sud del Paese. L'italiano e il somalo non sarebbero in gravi condizoni. Morto nell'esplosione l'autistadel mezzo su cui viaggiavano

Mogadiscio - Due operatori umanitari, un italiano e un somalo, sono rimasti feriti nell’esplosione di una mina terrestre, azionata con un telecomando a Merka, nel Sud della Somalia. Lo hanno indicato fonti mediche sul posto. L’unità di crisi del ministero degli Esteri, in costante contatto con la rappresentanza diplomatica italiana, fa sapere che il connazionale ferito "non è in condizioni che destano alcuna preoccupazione". Nell’attacco invece ha perso la vita il loro autista. Secondo Abdi Rahman, un medico dell’ospedale di Merka - città portuale nel sud del Paese africano - i due operatori umanitari lavorano per le Nazioni Unite.