Sommelier milanese il più bravo d’Italia

Con la premiazione del vincitore del concorso «Il miglior sommelier d'Italia - Trofeo Guido Berlucchi» si è concluso a Cagliari il 39º congresso dell'Ais, l'Associazione italiana sommelier. L'edizione 2005 è stata vinta da Luigi Perazzo, 33 anni, milanese, sommelier del ristorante «Dolce vita». Perazzo, che ha brillantemente superato un agguerrito lotto di concorrenti nonostante la sua giovane età, è sommelier professionista dal 2000. Il vincitore è stato premiato dal presidente nazionale dell'Ais, Terenzio Medri e dal noto telecronista Bruno Pizzul, riconosciuto esperto di vini e a sua volta proclamato sommelier onorario. Milanese anche il secondo classificato, Michele Garbuio, sommelier dell'Hotel Principe di Savoia. Accanto a lui, in seconda posizione a pari merito, è arrivato Giancarlo Bacilieri di Riva del Garda. L’Ais, l’associazione italiana dei sommelier, ha sede a Milano ed è stata fondata il 7 luglio del 1965. Il 6 aprile 1973, con decreto del presidente della Repubblica, ha ottenuto il riconoscimento giuridico dello Stato.
Nel mondo, insieme ad altri Paesi, fa parte dell'Asi, Association de la sommellerie internationale.