«Sommergiamoli di pomodori» L’indignazione si sfoga sul web

«Sinistra borghese e da salotto Ribelliamoci evadendo le tasse»

da Roma

Sul forum de «L’Espresso» c’è una rappresentazione plastica dell’antipolitica nei commenti all’articolo «Casa nostra», che ha dato il via allo scandalo sugli immobili venduti a prezzi di favore a noti uomini politici. Prevale la rabbia, i toni non sono da educande. Non si contano i peana alla Rivoluzione Francese e le adesioni al «Vaffa... Day» di Beppe Grillo. Un utente che si firma «13101945» dissente dai tanti che disgustati promettono di non andare più a votare, proponendo però un trattamento alternativo agli aspiranti deputati e senatori: «Negli incontri pre-elettorali sommergiamoli di pomodori e verdura fradici». «Dinoballa» è più composto, almeno nella forma: «I bravi Casini, genero Caltagirone, e Veltroni, messianico fondatore di partiti democratici, diranno che i loro privilegi sono perfettamente legali. È un insulto ai cittadini che non sono tutti cretini». «Chorse» manderebbe i protagonisti di questa vicenda «a lavorare nei campi e in miniera».
C’è spazio anche per l’annosa polemica tra la gauche di popolo e quella chic. Così, «Veloce53», che si definisce «uno di sinistra», se la prende con «questi “signori” che parlano tanto dei problemi della gente comune... Ma in realtà non gli frega niente, frequentano salotti, teatri, fanno incontri per parlarsi addosso e hanno anche la puzza sotto il naso. Borghesia “rossa”: frequentarla è male, prenderla a calci in c... è un bene».
E compaiono pure temi decisamente eretici per i lettori de «L’espresso». La previsione di «Idsandon» è che passata l’indignazione tutto tornerà come prima, «almeno finché qualcuno non comincia a pensare che Bossi non ha poi tutti i torti». Dello stesso tenore l’intervento di «Vinx2000»: «Si scandalizzano se Bossi parla di fucili... Se ogni italiano ne avesse in mano qualcuno dubito che non lo userebbe!». Da parte sua, «gparsec» è ancora più politicamente scorretto: «E poi parlano di tregua fiscale? L’unico strumento che abbiamo in mano per ribellarci a questi autentici predoni è l’evasione fiscale. Io a questa gente non regalo nemmeno un euro».
Tra i nomi finiti nell’inchiesta, il meno amato in quest’angolo di web è quello di Clemente Mastella. In molti ne invocano le dimissioni. Ma allora, chiede «AbeLincoln», «anche Veltroni si deve dimettere, no?». «Strilla che ti passa...», commenta «arrivederciamoreciao».