Il sommergibile Nazario Sauro «naviga» verso il Museo del Mare

Oggi a Roma, a Palazzo Marina, sede dello Stato maggiore della Marina Militare Italiana, viene siglato il «contratto di cessione» al Galata Museo del Mare per l'ex sommergibile S-518 Nazario Sauro. L'ammiraglio ispettore capo Dino Nascetti, in qualità di direttore generale degli armamenti navali del ministero della Difesa, Maria Paola Profumo e Pierangelo Campodonico, presidente e direttore dell'istituzione genovese firmeranno il documento con cui la Marina cede a titolo gratuito il battello, primo esemplare della sua classe di sommergibili italiani che per decenni hanno rappresentato la spina dorsale delle forze subacquee nazionali. Si compie dunque un ulteriore passo decisivo nel percorso che il Comune di Genova e l'Istituzione Mu.Ma, in collaborazione con Fincantieri, hanno intrapreso da alcuni anni per realizzare un progetto: quello della musealizzazione, nelle acque della Darsena, di un sottomarino quale padiglione galleggiante del Galata Museo del Mare. Il sommergibile appartiene dunque da oggi al Mu.Ma, di cui sarà la prima nave storica galleggiante. Lungo 64 metri, largo e alto 5 metri, alla «vela» (la torretta nel gergo dei sommergibilisti), e con un dislocamento di oltre 1500 tonnellate, il Nazario Sauro è stato operativo dalla sua entrata in servizio fino al 2002, quando venne ammainata la bandiera di combattimento, ed è rimasto a disposizione delle Forze armate fino al 30 settembre 2005, quando è stato radiato. Il battello verrà rimorchiato a Genova presso la Calata Andalò Di Negro, a fianco del Galata dove verrà completata la musealizzazione e dove si conta di aprirlo al pubblico entro l'estate 2009. Fincantieri, oltre a occuparsi della realizzazione operativa della musealizzazione (progetto, ristrutturazione, adeguamento), è anche «madrina» del battello (costruito in passato nei propri cantieri). Dopo Nave Italia e Urban Lab, come vivamente auspicato dall’amministratore delegato Giuseppe Bono, il Nazario Sauro sarà l’ulteriore «creatura» targata Fincantieri messa a disposizione della città.