La sonda Phobos Gruntprecipita nell'AtlanticoRischio caduta rottami

I primi frammenti della sonda russa Phobos-Grunt sono caduti nell’Oceano Pacifico attorno alle 18.45 ora italiana<strong></strong>

I primi frammenti della sonda russa Phobos-Grunt sono caduti nell’Oceano Pacifico attorno alle 18.45 ora italiana, secondo quanto riferito dal ministero russo della Difesa. "Secondo i nostri calcoli la caduta dei frammenti della sonda Phobos-Grunt ha avuto luogo alle 21.45 ora di Mosca nell’Oceano pacifico", ha dichiarato il colonnello Valeri Zolotukhine. Alcune indiscrezioni nel pomeriggio avevano fatto temere un impatto a terra sull’Argentina, vicino alla città di Rosario.

Sull’orario dell’impatto esistevano stime diverse, tutte però orientate nella serata di oggi. L’agenzia spaziale russaRoscosmos, ad esempio, indicava le 19,30 (ora italiana) con un’approssimazione di più o meno tre ore, mentre uno degli enti indipendenti più accreditati, l’Aerospace Corporation, indicava una fascia oraria molto più ampia: le 23,26 con un’approssimazione di più o meno 9 ore.

Secondo calcoli aggiornati dell’agenzia spaziale russa di Roscosmos citati dall’agenzia di stampa Interfax, i detriti della sonda russa che avrebbe dovuto raggiungere la luna di Marte Phobos sarebbero dovuti precipitare alle 18.52 (ora italiana) in Argentina, a 120 chilometri a ovest della cittadina di Rosario.

I controllori di terra non riescono a impartire comandi alla sonda Phobos-Grunt dallo scorso dicembre: dopo il lancio avvenuto con sucesso lo scorso 8 novembre, il motore che, a due diverse riprese, avrebbe dovuto spingerla in direzione del "pianeta rosso" non si è acceso e per questo, da allora orbita intorno alla terra, perdendo gradualmente quota.

Sono 20-30 i frammenti della sonda (13 tonnellate, di cui dieci di carburante che esploderà al rientro) che dovrebbero riuscire a passare interi all’impatto con l’atmosfera terrestre. La sonda avrebbe dovuto raccogliere campioni di terreno di Phobos da riportare a terra. Per il Comando Strategico degli Stati Uniti l’impatto potrebbe avvenire fra le 17,11 e le 19,35 italiane.