Sondaggi e ticket: inutile contro lo smog ma il 52% è favorevole

Ad appena 24 ore dall’introduzione dell’Ecopass, il sistema di mobilità che mira a limitare ai mezzi più inquinanti l’accesso al centro di Milano, è già tempo di bilanci. O meglio, di sondaggi. Sono due i rilevamenti statistici che nella giornata di ieri hanno investigato il pensiero degli italiani riguardo al provvedimento di Palazzo Marino, evidenziando due «scuole di pensiero».
Il sondaggio lanciato da il Giornale sul suo sito internet ha chiesto ai lettori se pensassero che l’Ecopass riuscirà a ridurre l’inquinamento. Le risposte date hanno bocciato in pieno il progetto della giunta Moratti. Per il 62 per cento l’Ecopass non riuscirà ad abbattere la cappa di smog che da sempre opprime Milano. Evidentemente, gli italiani non vedono solo nell’abbattimento dell’inquinamento l’obiettivo dell’Ecopass, visto che il sondaggio fatto da Sky Tg24 ha invece promosso, seppur di misura, il ticket antismog. Infatti mentre «in casa» infuriano le polemiche, vista da fuori l’avventura Ecopass possiede l’appeal di una boccata d’aria fresca, di una prima vera presa di posizione nei confronti del problema dell’inquinamento. La maggioranza dei votanti, il 52 per cento, si è detta favorevole all’estensione ad altre città del provvedimento di Palazzo Marino. Il restante 48 per cento si è detto invece contrario all’esportazione dell’Ecopass. Doveroso ricordare che né il sondaggio de il Giornale né quello del canale all news hanno alcun valore statistico, in quanto sono rilevazioni aperte a tutti e non basate su un campione di popolazione elaborato scientificamente.