Sondaggi La Festa del cinema è «romana»

La fondazione Cinema per Roma ha reso note le prime proiezioni dei risultati dell’indagine sul pubblico e sull’impatto economico del Festival internazionale del film di Roma, realizzata lo scorso ottobre nel corso della sua terza edizione. La ricerca ha preso in esame un campione di oltre 1000 intervistati, di età variabile dai 17 anni in su, suddivisi tra residenti e non, e a loro volta tra spettatori e operatori dell’audiovisivo. I primi dati segnalano che 3/4 del pubblico del Festival proviene dalla città di Roma, confermando l’attaccamento del territorio alla manifestazione, con una predominanza di giovani (quasi il 40% studenti) e di donne, in linea con i target consueti dei festival italiani e stranieri, specie cinematografici. Il modello di consumo rivela che per buona parte degli spettatori il 2008 ha rappresentato la prima volta al Festival e dai vari indici di percezione emerge che oltre il 70% degli intervistati ha fornito un giudizio molto positivo sia complessivamente sulla qualità della manifestazione, tra cui in particolare il 65% si è espresso favorevolmente sulle proiezioni, ritenendo congruo il prezzo del biglietto e annotando tra i benefici ottenuti divertimento e accrescimento culturale, mentre importante il ritorno di contatti segnalato dagli operatori presenti. Interessante il dato relativo alle modalità di comunicazione del Festival, dove si evidenzia la preponderante affermazione di Internet e del sito web. Alla domanda se rendere in futuro il Festival un appuntamento fisso hanno risposto positivamente l’87% del campione, con richiesta di maggiori coinvolgimento del pubblico nella parte «glam» dell’avvenimento (incontri con gli artisti, red carpet).