Sondaggi partecipati, la Regione ai raggi X

L’85 per cento del campione di 119 cittadini del Lazio, che lo scorso 3 dicembre ha partecipato al primo sondaggio informato e partecipato presso la Regione, dichiara di avere un’idea più chiara dei temi affrontati: sanità e finanza. Alcuni dei risultati sono stati presentati ieri presso la sede della Federazione nazionale della stampa. Ad esempio, le persone che concordano con «la conversione di posti letto ospedalieri in risorse per migliorare l’efficienza delle altre strutture» sono il 62 per cento del campione. Prima della discussione che li ha informati sul tema erano il 45 per cento. Tra le domande ve ne erano alcune che cercavano di individuare il livello di informazione dei cittadini sui temi proposti. In particolare, il 90 per cento (a fronte del 75 per cento iniziale) ha risposto che la sanità è la maggiore voce del bilancio regionale, le persone che conoscevano il numero di posti letto in eccesso della Regione sono passate dal 7 per cento iniziale al 58 per cento. La Regione, in tema di partecipazione, ha reso legge il bilancio partecipato e pubblicato su internet i bilanci dal 2002. Presente all’incontro anche il ministro dell’Interno, Giuliano Amato, che vede nel sondaggio partecipato uno strumento utile per la politica.