Il sondaggio: il 20 per cento degli italiani sogna una missione con l'Isis

"Un'avventura esaltante", "qualcosa da raccontare per tutta la vita", "un'esperienza interessante": ecco cosa pensano gli italiani della jihad e dell'Isis Sostieni il reportage

Dopo la chiamata alle armi per i "jihadisti italiani", con un documento da 64 pagine scritto interamente nella nostra lingua, è allerta massima dei servizi in Italia. I foreign fighters pronti a compbattere in nome della jihad sono in crescita e l'ultimo rapporto dell'Intelligence consegnato al Parlamento sottolinea come il livello di rischi si è notevolmete innalzato. Ma come gli italiani percepiscono l'Isis? In quanti sarebbero pronti ad arruolarsi in nome di Allah per la jihad? A dare qualche risposta a queste domande ci ha provato uno studio pubblicato dalla rivista italiana Psychiatry online e realizzato da Marco Strano, psciologo e crimnologo, e da Mark Palermo (presidente della Law&Behavioral Foundation). Il quadro che emrge dalla rilevazione è abbastanza inquietante. Al 18% degli intervistati non dispiace finire in un campo di addestramento dell’Isis. E il 3 per cento potrebbe essere affascinato dalla missione terroristica. Insomma a quanto pare la "guerra nel nome di Allah" non affascina solo gli stranieri di fede islamica che vivono in Italia, ma anche diversi italiani.

I ricercatori hanno somministrato le domande del sondaggio a tremila soggetti, dai 18 ai 50 anni di età. Per la metà il campione sotto esame, come racconta Il Tempo, è composto da diplomati mentre l’altra parte ha una laurea. Il 10% giudica il piano Isis "avventuroso". Certo, ci sono le opinioni opposte, in linea con il sentire comune. C’è chi vede la missione come "qualcosa di cui poi vergognarsi e che deve essere mantenuta segreta" (24%). Oppure "un’azione autodistruttiva" (71%). Eppure c’è chi non ha problemi a confessare che l'esperienza in un campo di addestramento Isis è "qualcosa di completamente diverso dal solito" (18%). Ancora: "Qualcosa da raccontare per tutta la vita" (6%). Vestire una uniforme e sottoporsi a un addestramento militare in uno scenario di guerra sarebbe "una esperienza che potrebbe anche essere interessante" (20%). Numeri che di certo fanno pensare. Ma va detto anche che il 71 per cento degli intervistati definisce un'eperienza nell'Isis "autodistruttiva". Il dato sconcertante è che non tutti la pensano così.

Commenti
Ritratto di frank.

frank.

Lun, 02/03/2015 - 15:21

Ma chi cacchio l'ha fatto sto sondaggio??

Nadia Vouch

Lun, 02/03/2015 - 15:21

Ci preoccupiamo della autodistruttività dell'isis? Ecco: qui sta la risposta alle risposte del sondaggio. Moltissimi, tra gli intervistati, sottovalutano questi soggetti, pensano ad essi come a qualcosa di momentaneo e di qualcosa dettato da una qualche situazione contingente. Quale situazione? Nessuna. Questi soggetti sono profondamente crudeli ed inumani e basta. Non c'è niente altro da capire di oltre, oltre al loro essere invasati e perversi. Purtroppo, esiste anche il Male Assoluto: isis è il Male Assoluto. Fa specie che gli intervistati siano o diplomati o laureati. Ma qui, si dovrebbe aprire una discussione troppo lunga da quella concessa da queste poche righe. Parliamone, tutti assieme. Senza paura. Non alimentiamo con la nostra paura questi soggetti folli. Adesso non sono ancora padroni, ma potrebbero divenirlo, delle nostre memorie, della nostra Vita. Dobbiamo, tutti, avere coraggio.

Ritratto di Franco_I

Franco_I

Lun, 02/03/2015 - 15:27

E tutti questi "guerrieri" dietro il telefono o dietro la tastiera, sarebbero pronti a morire per il proprio Paese e per i propri Cittadini??????????????????????

Ritratto di Baliano

Baliano

Lun, 02/03/2015 - 15:40

Strano? Strano chi? Più che strano, sto' "sondaggio" è sul filo del demenziale. Dove l'avranno poi "selezionati" questi 3.000, meglio stenderci un velo... o un niqab, se non un burka.

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 02/03/2015 - 15:40

Ho l'impressione che troppi giovani,vogliano andare a ruota libera,percorrendo la via della trasgressione,la "vita spericolata",degli sport estremi,delle emozioni estreme,dei comportamenti estremi,con perdita del pudore,sviluppo del narcisismo, dell'edonismo,Questi sono elementi "sostanzialmente depressi",che cavalcano queste posizioni estreme,proprio per una mancanza di equilibrio,di raziocinio,con un eccesso di "fanatismo","eccitazione" interiore,e paradossalmente,con il bisogno interiore di "regole",di "dogmi",di appartenere ad un gruppo,per sentirsi vivi,agire,combattere per una causa,specialmente se forte,devastante..... Per persone afflitte da questo "squilibrio mentale",l'ISLAM,per i suoi contenuti,è un approdo quasi scontato(1)

Ritratto di Zagovian

Zagovian

Lun, 02/03/2015 - 15:43

(2)La diffusione di questo VIRUS,i cui contenuti aggressivi appartengono al basso Medioevo,è confermata da questi numeri(anche le donne,..vedi le due recenti "liberate" oche...),persone invischiate di fanatica,infantile ideologia "multiculturale",in un gioco pericoloso,manovrato da mille interessi economici di parte.

glasnost

Lun, 02/03/2015 - 15:53

secondo me non riuscite neanche ad immaginare quanta gente che sta male sia economicamente che dal punto di vista della sicurezza,mentre si sente dire dal governo che tutto va bene, pensa che, tutto sommato, forse l'ISIS è l'unica realtà che può riuscire a sbloccare questa situazione bloccata dalla burocrazia e dal buonismo di facciata.

Ritratto di gzorzi

gzorzi

Lun, 02/03/2015 - 15:54

frank., chi vuole i soldi per sostenere il "reportage", tutto qui. Eccovi 100€, usateli bene.

Ritratto di makisenefrega

makisenefrega

Lun, 02/03/2015 - 16:30

Leva obbligatoria e finiscono di fare i galletti. I soliti "geni" di sinistra hanno voluta abolirla, oggi ne paghiamo le conseguenze.

Ritratto di Mario Galaverna

Mario Galaverna

Lun, 02/03/2015 - 16:34

Saranno gli stessi imbecilli da stadio che sognano lo scontro mortale con le tifoserie avversarie. Lo sfogo degli idioti repressi. Riprendiamo la civilissima rappresentazione del circo alla romana dove sti sognatori del menga hanno un tempo franco per ammazzarsi impunemente fra loro. Nel frattempo via tutti i diritti civili a questo 20 % di italidioti.

Ritratto di Dreamer_66

Dreamer_66

Lun, 02/03/2015 - 16:40

Titolo in prima pagina: "Gli italiani sognano la jihad". Clicchi sull'articolo e scopri che quegli italiani sono diventati il 20% ma stavolta si limitano a sognare una missione con l'ISIS... leggi l'articolo e, come d'incanto, diventano il 18% e, stavolta, si limitano a vole provare l'ebrezza di un campo di addestramento. Che siano 1, 10, 100 o un milione sempre c******i restano.. certo che voi fate di tutto per esaltarli ulteriormente! P.S. Avete provato a chiedere a suddetti individui se sono pronti a rinunciare alla playstation piuttosto che alla macchina nuova?

Ritratto di stenos

stenos

Lun, 02/03/2015 - 16:45

Anch'io la sogno. Specialmente se entrasse a palazzo Chigi e facesse piazza pulita.

Ritratto di Feyerabend

Feyerabend

Ven, 09/10/2015 - 08:17

Autore del sondaggio: Muhammad Kafr el Sheikh.