Sondaggio «Bikini fino a 47 anni» Le «anta» in rivolta

A che età smettere di portare il bikini? Fa discutere, soprattutto tra chi ha raggiunto l’età, un sondaggio nel Regno Unito che decreta: a 47 anni, non un anno di più, non uno di meno. A meno che non si tratti di Helen Mirren: l’attrice premio Oscar per «The Queen» l’anno scorso è stata fotografata in due pezzi, e il risultato, a detta dei media britannici, era più che soddisfacente nonostante l’età: 65 anni. Il rilevamento è stato condotto tra donne, 2.000 tra i 18 e i 65 anni per conto di Diet Chief: ne è emerso che il 44 per cento delle interpellate, poco meno della metà, si preoccupa un giorno si e uno no di essersi messa addosso qualcosa che non è più adatto alla sua età. Ma non è solo il bikini che le suddite di Sua Maestà giudicano saggio abbandonare nel dubbio di esser giudicate troppo vecchie per indossarlo in spiaggia. A 37 anni Victoria Beckham può permettersi di indossare per qualche anno le sue Loubutin da 10 centimetri senza timore di esser criticata dalle severe rappresentanti del suo sesso, ma a 51 anni, secondo il sondaggio, sarebbe meglio che lasciasse i tacchi alti nell’armadio. 35 anni, con buona pace delle ragazze di Sex and the City: la minigonna diventa un «no no» al pari del piercing all’ombelico. 45 anni è il limite ultimo per mettersi gli stivali Ugg, altrimenti una appare ridicola. Lo stesso vale per i «legging». Capelli lunghi alla Kate Middleton: a 53 anni è ora farli tagliare. E 61 è l’età del vero tramonto: resta nel cassetto anche il costume intero.
Le britanniche sono probabilmente troppo severe con se stesse anche se metà delle interpellate ha ammesso che una donna sui 50 o i 60, se è snella, in buona salute e attraente, «probabilmente si può ancora permettere tutto». Una buona notizia per Madonna (52 anni) o Jerry Hall, l’ex moglie di Mick Jagger che a 54 anni ha ancora la figura di una trentenne.