Il sondaggio Ma il fango non incrina la fiducia degli italiani verso Silvio

Nonostante gli attacchi giudiziari e le bordate in arrivo ogni giorno anche da alcuni alleati, la fiducia degli italiani per Silvio Berlusconi nell’ultimo mese non è calata nemmeno di uno «zero virgola». Lo rivela un sondaggio di Ipr Marketing per Repubblica.it. «Il rating» del premier, insomma la fiducia degli italiani per il presidente del Consiglio, è stabile al 45 per cento, e stabile è anche la fiducia nel Pdl al 42. Cala di 2 punti, invece, la fiducia nel governo, dal 42% di ottobre al 40 di oggi. Il ministro che raccoglie maggiore apprezzamento è Roberto Maroni (Interni) con uno stabile 62%, secondo Maurizio Sacconi (Lavoro) e terzo Renato Brunetta, che con il suo 60% supera di 2 punti il titolare dell’Economia Giulio Tremonti. Nell’opposizione stabile l’Idv, mentre l’«effetto Bersani» fa guadagnare 4 punti al Pd.