Sono 86mila i pazienti oncologici assistiti da Ant nella propria casa

L'assistenza socio-sanitaria fornita dalla Fondazione ANT ai Sofferenti di tumore in fase avanzata e avanzatissima ha avuto un netto incremento nel 2011: gli assistiti lo scorso anno sono stati 9.297, con un aumento del 7.9% rispetto al 2010 (erano 8.614). Negli ultimi dieci anni il numero degli assistiti ANT è cresciuto di oltre il 50%, erano 6.127 persone nel 2002. Si stima che i Malati oncologici assistiti annualmente in Italia in regime di Assistenza Domiciliare Integrata siano circa 45mila. Stando a questi dati, ANT accoglie e segue presso il loro domicilio, in modo gratuito e professionale il 7.7% dei sofferenti totali in assistenza domiciliare, e solo il 17% di quanto la Onlus spende per questo servizio socio-sanitario proviene dal pubblico (14% da convenzioni con le ASL, 3% da Enti Pubblici). ANT si conferma dunque il più grande sodalizio al servizio del pubblico nel campo dell'assistenza socio-sanitaria domiciliare gratuita ai Sofferenti di tumore.
«Siamo attivi da 34 anni - ha ricordato Raffaella Pannuti, presidente della Fondazione ANT Italia Onlus - siamo la nona organizzazione non profit per 5x1000 con più di 90mila preferenze. Abbiamo assistito oltre 86mila persone e continueremo ad impegnarci affinché l'Eubiosia, la dignità di vita, sia un diritto di tutti soprattutto nella fase avanzatissima della malattia».