Sono diventati 85 i beni della mafia passati al Comune

La Giunta comunale di Milano ha approvato le nuove linee di indirizzo per l`assegnazione in concessione d`uso a titolo gratuito e per finalità sociali degli immobili confiscati alla mafia e trasferiti al patrimonio del Comune. La Giunta ha riconfermato «la necessità di far nascere nelle strutture messe a disposizione del Comune attività sociali al servizio del territorio che costituiscano un`opportunità di sviluppo e di lavoro per la città, promuovendo la cultura della legalità». Gli immobili in carico all’amministrazione sono oggi 85, tra questi spiccano un appartamento (con box annesso) da 348 metri quadrati in viale Jenner dato in gestione diretta al Settore anziani del Comune, una villetta a schiera doppia in via del Mare di 418 metri quadri e un terreno agricolo di quasi 1.800 metri tra via Martirano e via Guascona.