Sono oltre cinque milioni gli italiani con grave insufficienza renale cronica

La malattia renale cronica è una patologia in progressiva espansione nella società occidentale. Si stima che solo in Italia siano circa 5 milioni le persone affette da insufficienza renale cronica, di cui 50mila sottoposte a dialisi.Ogni anno si registrano 10mila nuovi casi di pazienti con insufficienza renale che necessitano di dialisi.
I pazienti sono legati ad una macchina tre volte la settimana per 4-5 ore per tutta la vita da cui ci si libera solo con il trapianto renale, ancora purtroppo insufficiente per il fabbisogno: 6680 dializzati in attesa a fronte di 1500 interventi eseguiti nel 2013. La qualità delle strutture per la dialisi e l'assistenza clinica è positiva, secondo una ricerca condotta dall'Associazione nazionale dializzati e trapiantati, e realizzata tra novembre e dicembre 2013. Sono state analizzate le risposte di circa 300 nefropatici provenienti da tutte le Regioni d'Italia. Il questionario, suddiviso in 7 aree di valutazione, per un totale di 31 domande, ha dato esito superiore al punteggio medio nella scala da 1 a 5.La voce dei pazienti conferma quello che già si sapeva nel mondo scientifico italiano.
I molti punti di forza emersi dalla ricerca convivono, tuttavia, con alcune aree che appaiono implementabili. Quando, infatti, si parla di presa in carico del paziente, sia in termini di rapporto con l'ambiente che in termini di rapporto con il personale medico e infermieristico, i punteggi forniti dagli intervistati si abbassano , pur mantenendosi ampiamente sopra la sufficienza. Gli spazi di accoglienza, il rispetto della privacy durante la procedura e il tempo dedicato dal personale sono in attesa di una risposta più convincente. In particolare può essere migliorata l'empatia medico -paziente che si scontra con le reali risorsereali finanziarie.