«Sono in televisione ma per moralizzare»

COSA HA DETTO
Si lamenta dell’interesse morboso dei media e della falsità di molte notizie pubblicate. «Avevo chiesto ai giornalisti di fare un passo indietro». Alle domande sulla lentezza delle indagini replicò: «Abbiamo anche altro da fare».
COSA HA FATTO
L’altra sera era l’ospite d’onore della puntata di Matrix. All’obiezione sul perché fosse in televisione ha risposto che il suo era un intento «moralizzatore» verso il mondo dell’informazione. E sulla lunghezza delle indagini ha cambiato versione: i Ris forniranno i risultati soltanto a metà ottobre. Poi confessa: in questo momento mancano prove e movente per individuare il killer.