«Sono tutte ultime spiagge»

(...) sul Catania: «Un avversario temibile, ben strutturato fisicamente, che abbiamo l'opportunità di scavalcare in classifica. Rispetto a mercoledì saremo più squadra, come lo siamo stati in tutte le partite di campionato». Chi ha orecchi per intendere, intenda. Gasp non è d'accordo «con chi dice che la squadra quest'anno non gioca come l'anno scorso o solo a sprazzi». Respinge le critiche sull'isolamento di Toni in attacco («Ci sono momenti che Rudolf gli sta molto vicino»), rivela di aver sentito Enrico Preziosi dopo la gara di Coppa Italia («mi ha detto altre cose da quelle riportate sui giornali, ma non dico quali»), e alla domanda se Genoa-Catania sarà il crocevia della stagione risponde con ironia: «Non è la madre di tutte le partite. Credo che sia l'ultima spiaggia. Quest'anno sono tutte ultime spiagge». Formazione top secret: «Milanetto potrebbe recuperare. Chi al suo fianco? Rossi, Rafinha o Zuculini. In attacco abbiamo più alternative: Rudolf che mercoledì ha fatto molto bene, Sculli, Palladino, Destro». Ma Sculli si è fermato in allenamento a causa di un risentimento muscolare al polpaccio, che verrà valutato oggi. Milanetto è tornato in gruppo.