«Sono unioni come le altre»

Divulgatore scientifico, Paolo Egasti approccia il tema dal punto di vista epistemologico. E per parlare dell’amore di qualcuno diverso da sé ci cita «La Coscienza di Zeno» di Italo Svevo e Roland Barthes: «Questo per dire che la classificazione sociologica delle coppie miste non ha significato: le etichette degli uffici anagrafici sono lontani dalla realtà. Ci sono due persone (o più di due: esistono anche i legami complicati da altri rapporti) e con i loro sentimenti si fanno i conti. Eviterei il buonismo o la comprensione a tutti i costi nei confronti di coppie multietniche: sono come tutte le altre».