Sony fa i saldi: sconto di 100 dollari sulla Playstation 3

L'azienda nipponica non riesce più a tenere il passo dei suoi competitor nel mercato dei videogame così taglia il prezzo della nuova console: costerà 500 dollari. Ma è comunque troppo. La Wii di Nintendo venduta alla metà

San Francisco - Dopo aver perso punti in borsa, qualche settimana fa proprio nei confronti della Nintendo, adesso la Sony deve fare un altro passo indietro. E aprire i saldi. La nuova versione della Playstation costa troppo, molto di più della console Wii con cui la Nintendo sta risalendo la cima del mercato di videogame mondiale. Così, il colosso nipponico della Sony ha dovuto tagliare di 100 dollari (il 17%) il prezzo della sua Playstation 3 negli Usa, per far crescere le vendite della console.

500 dollari La Playstation 3, che funziona col nuovo sistema Blu-ray, l’evoluzione dei dvd, costerà ora 500 dollari al pezzo, il doppio di Wii, la console della Nintendo. Adesso tutti si aspettano un taglio dei prezzi anche per Xbox della Microsoft. Wii e Xbox sono uscite molto prima della Playstation 3, costringendo la Sony, che aveva dominato il mercato con la precedente Playstation 2, a rincorrere.

Microsoft non fa sconti Intanto Microsoft fa sapere di non avere nessun piano per tagliare il prezzo della console Xbox in Giappone, dove le vendite hanno incontrato ultimamente alcune difficoltà: 122.565 console nel primo semestre, contro 1,78 milioni di unità del Wii di Nintendo e 503.554 della PS3 della Sony. In ottobre la Microsoft lancerà sempre in Giappone la sua nuova Xbox 360 Elite.