Sophia, l’italiana che il mondo sogna

da Roma

Avrà pure settantatré anni (fra tre mesi), ma Sophia Loren è la donna italiana più amata nel mondo. Un tributo tutt’altro che partigiano, visto che a emettere la sentenza sono stati americani, francesi, inglesi e tedeschi scelti tra 170 pubblicitari, giornalisti, esperti di costume e di immagine. Tutto nasce da uno studio internazionale promosso da Eta Meta Research su «Le donne italiane che hanno fatto sognare il mondo». Al nostro gentil sesso viene riconosciuto un «fascino» (65 per cento) che va ben oltre la pura bellezza, quindi la «capacità di sedurre con un semplice sguardo» (48 per cento), eleganza (41 per cento) e gusto innato (37 per cento).
Sophia Loren domina la top ten azzurra, con un indice di riconoscibilità del 95 per cento, staccando le rivali per fascino e notorietà. Una sorpresa il secondo posto della siciliana Franca Florio (63 per cento), già considerata una delle regine della belle époque, che deve la fama al marsala che porta il suo nome. Molto meno inatteso il terzo posto di Monica Bellucci (61 per cento), da molti giudicata la donna più bella del mondo. Più lontane in classifica Carla Fracci e e Carla Bruni.
Spiega Saro Trovato, presidente di Eta Meta Research: «La storia è scritta da uomini, e spesso la figura femminile viene lasciata in secondo piano, ma nell’ultimo secolo ci sono delle italiane che sono riuscite a diventare delle icone, capaci di affascinare e sedurre il mondo. anche se non hanno vinto battaglie o dipinto la Cappella Sistina, sono riuscite con le armi del fascino, del temperamento e della bellezza a diventare ambasciatrici dell’italianità».