Sophia Loren madrina di suo figlio a Cortona

da Cortona

Parecchie novità accompagnano la quinta edizione del Tuscan Sun Festival ( Festival del Sole) di Cortona, che si inaugura stasera in Piazza Signorelli, con un concerto dedicato al grande produttore cinematografico Carlo Ponti - presente Sofia Loren, madrina d'eccezione - e diretto da Carlo Ponti jr., sul podio della Russian National Orchestra, con Stéphane Denève direttore ospite principale dell'orchestra.
Identici il fondatore-presidente del festival, Barrett Wissmann, agente di artisti; il direttore artistico, Nina Kotova, ottima ed avvenente violoncellista; identica, infine, la formula: concerti serali, mentre la giornata degli ospiti internazionali di Cortona è scandita da sedute yoga, conferenze, visite alle mostre fotografiche e d'arte, degustazioni di prodotti tipici locali.
Sul fronte delle novità, è da registrare la nascita del festival gemello americano, a Napa Valley, appena conclusosi, che a qualcuno ha fatto azzardare essere il Festival di Cortona l'erede del Festival dei Due Mondi in piena crisi; l'assenza per la prima volta di Antonio Pappano e della sua orchestra del Covent Garden, a causa degli impegni wagneriani dei prossimi mesi; e il debutto a Cortona di alcune star - molte delle quali donne, quasi sempre di coinvolgente bellezza - molto spesso provenienti dalla potente agenzia di Wissmann, la Img Artists; infine, l'acquisizione al festival di nuovi spazi della città, oltre al teatro Signorelli, luogo deputato delle passate edizioni.
C'è attesa per il ritorno in Italia di Anna Netrebko in coppia con il controtenore Andreas Scholl, in un programma vivaldiano/pergolesiano (Stabat Mater), che debutterà prima a Salisburgo, affidato alla direzione di Andrea Marcon ed alla sua Venice Baroque Orchestra (12 agosto, Chiesa di San Francesco). Molti i concerti vocali, con programmi abbastanza stimolanti: il soprano Lisa Delan canterà autori americani e Rachmaninov (5 agosto); l'indomani, Angelika Kirchschlager canterà Haydn, Brahms, Liszt, Poulenc accompagnata da Thibaudet; vocali/strumentali anche altri concerti: quello con orchestra dedicato a Mozart(l'8 agosto); e quello conclusivo, il 16, con brani d'opera, fra cui Carmen (con Elina Garanca, mezzosoprano, e José Cura, il quale si presenterà anche sul podio. Debutta a Cortona il complesso Le Concert d'Astrée, specializzato nel «barocco» con la sua direttrice/fondatrice Emmanuelle Haim che il 9 agosto, a Cortona, accompagnerà la violinista Viktoria Mullova (Bach, Haendel), mentre l'11 agosto sarà protagonista di un concerto dedicato allo Haendel operista. E poi ancora violinisti come Joshua Bell, Nikolaj Znaider; infine, il chitarrista Ernesto Bitetti, nel Concierto de Aranjuez, il 14 agosto, agli ordini di José Cura, sul podio della Russian National Orchestra, quest'anno stabile a Cortona.