Sordi disse al maccherone: «E io me te magno»

Spaghetti al pomodoro. Latte e yogurt, come prescrive la vita American style o un bel piatto di spaghetti al pomodoro? Nando Moriconi (Alberto Sordi) alla fine cede, con la frase ormai epica: «Maccherone tu m’hai provocato. E io me te magno...». Ingredienti: 350 grammi di spaghettini, mezzo chilo di pomodori da sugo (maturi e ben sodi), olio d’oliva, sale, cipolla, basilico, parmigiano grattugiato. Soffriggere la cipolla tagliata fine con i filetti di pomodoro (ovvero, solo la polpa a liste sottile dei pomodori spellati). Salare e scottare la polpa a fuoco vivo. Abbassare il gas e lasciar cuocere per un quarto d’ora al massimo. Cuocere la pasta in acqua salata utilizzando, ovviamente, una pentola dai bordi alti (da 2 litri e mezzo di capacità). Unire il sugo alla pasta e aggiungere qualche foglia di basilico crudo. E, a tavola, una spolverata di parmigiano grattugiato (a piacere). Se si usa pomodoro in scatola, meglio scegliere i «pezzettoni» (la polpa tagliata). O, alternativamente, la «passata», per un sugo più «compatto» e denso.