Il Sori non ce la fa e cade in A2. Ai play off Savona, Pro Recco, Bogliasco e Nervi

Con la retrocessione di Sori e Latina, il campionato di pallanuoto ha chiuso la sua prima fase, una regular season che, dopo tanti anni, ha regalato qualche attimo di suspance. Se i piani alti della classifica parlano ligure nelle due posizioni che contano, con Savona e Recco, nelle retrovie la situazione ha trovato, con l’ultima giornata in programma ieri, un assestamento che premia la vocazione pallanuotistica della Liguria.
Infatti, alla già annunciata retrocessione del Sori, dovuta più a problemi economici della società che al rendimento della squadra, si è aggiunta quella del Latina, che non ha saputo cogliere l’ultima occasione, e cioè battere con almeno tre reti di scarto la Rari Imperia, il cui destino sembrava improvvisamente compromesso dai risultati della penultima giornata.
A conti fatti ben cinque delle sei liguri resteranno nella massima divisione dell’italica pallanuoto. Senza contare che dalla serie A2 sta rialzando la testa anche il Camogli. La giornata di ieri ha regalato emozioni a non finire: a Latina l’Imperia pareggia 7-7 (0-3, 1-1, 5-3, 1-0) in una gara che ha visto i liguri in vantaggio ben ben tre tempi. Il pari per i pontini lo realizza Di Patti, a quattro secondi dal termine. Ma non basta per andare agli spareggi salvezza. Latina, quindi in A2.
A Savona il Sori perde 16-8 (5-3, 4-1, 3-4, 4-0) e quindi anche l’ipotetica speranza di un eventuale possibilità (dipendente dalle altre gare in programma) di tentare gli spareggi salvezza. E dunque anche i granata scendono in A2. Alle piscine di Albaro, l’Ellevì Nervi batte la Florentia 12-8 (2-3, 4-1, 1-1, 5-3) e si qualifica meritatamente.
Il destino per la formazione genovese si è comunque compiuto nel girone di ritorno: l’arrivo del portiere americano Moses, in sostituzione di Ferrari che ha gettato la spugna ad inizio di stagione per problemi fisici, ha riportato la serenità nella formazione di Baldineti. A lui il merito di averci creduto, di aver spronato i suoi ragazzi fino all’ultimo per agguantare la permanenza in serie A1 in extremis. Recco, nell’anticipo, pareggia con la Brixia 8-8 (3-2, 3-1, 2-3, 0-2) e tiene saldamente in mano la seconda piazza. In serata anche il Bogliasco (già qualificato ai play off) vince superando la Roma 13-8 e regala la qualificazione alla fase finale del campionato anche al Nervi che in classifica supera la Roma.