Sorpasso da brivido per Stoner in Laguna Lorenzo è beffato Rossi chiude sesto

Un sorpasso pazzesco. A sei giri dalla fine del Gp degli Usa a Laguna Seca. Un rettilineo tirato all’ultimo respiro con sorpasso in piega e le ruote fuori dalla riga bianca. Jorge Lorenzo, scattato in testa dalla pole, e senza rivali fin lì si deve inchinare alla magia di Casey Stoner. L’australiano allunga e va a vincere, consolidando il suo vantaggio in classifica. Erano 15 punti prima della gara diventano 22 per il pilota della Honda su quello della Yamaha.
Alle loro spalle le altre due Repsol ufficiali con Daniel Pedrosa e Andrea Dovizioso, meno «cattivi» del compagno di team nella caccia allo spagnolo in fuga. Quinto posto per il pilota di casa, e compagno di team di Lorenzo alla Yamaha, Ben Spies. Per l’americano decisivo il sorpasso nelle prime fasi della gara su Valentino Rossi. Il pesarese, in leggera ripresa rispetto alle ultime uscite opache, strappa un sesto posto davanti al «socio» ducatista Nicky Hayden. Ma, nonostante il ritorno di Burgess ai box e l’insistenza con la moto del prossimo anno adattata, il passo della rossa resta sensibilmente più lento di quello degli avversari. Ancora un ritiro per Marco Simoncelli, che assaggia anche l’asfalto americano. Il pilota romagnolo in sella alla Honda del Team Gresini è stato protagonista di una scivolata senza conseguenze: «Alla curva 8 mi ha chiuso il davanti - ha spiegato - mi dispiace perché potevo fare bene».