Sorpasso nella nebbia, auto investe due bambini

Nell’incidente in via Mecenate coinvolta anche la madre. I tre attraversavano sulle strisce pedonali

«La nebbia, questa maledetta nebbia» borbottavano ieri sera i vigili mentre, lungo la strada, cercavano di ricostruire la dinamica dell’incidente avvenuto poco prima in via Mecenate 30. Sarebbe stata tutta colpa della scarsa visibilità, infatti, a provocare l’investimento di una donna di 41 anni e dei suoi due figli, una bimba di 5anni e un maschietto di 3, mentre attraversavano la strada sulle strisce pedonali. A travolgerli, alla guida di una Peugeot 106, una studentessa 25enne che vive in fondo alla via e che stava rincasando. Ieri sera la ragazza doveva avere molta fretta di tornare a casa visto che, pur di proseguire la sua marcia, non ha esitato a superare una vettura che viaggiava davanti alla sua e che si era fermata proprio per far passare i pedoni sulle strisce: è così che la giovane ha investito la madre e i due figli.
Erano da poco trascorse le 18.30 quando c’è stato l’impatto tra la vettura e i pedoni. La donna e i suoi due bambini, che risiedono in via Plinio, ieri pomeriggio si trovavano in via Mecenate perché erano andati a trovare la nonna che vive da quelle parti. I tre sono stati ricoverati in gravi condizioni all’ospedale, anche se pare che né la madre né i figli corrano pericolo di vita. La madre è stata trasportata al Policlinico, il bambino alla clinica De Marchi e la sorellina al Niguarda dopo che tre ambulanze e due automediche del 118 sono giunte sul posto dopo pochi minuti dal fatto.
«La ragazza alla guida dell’auto è a posto, - insistono i vigili - non era certo ubriaca, il suo sorpasso però è stato azzardato e, dopo l’investimento, è scesa dall’auto sconvolta, assicurando di non aver visto i tre pedoni a causa della nebbia. Nonostante questo il suo comportamento alla guida è stato scorretto perché non avrebbe mai dovuto superare una vettura ferma davanti alla sua e, soprattutto, davanti alle strisce pedonali».
\