A sorpresa Monti vola a Bruxelles

Le borse europee soffrono, lo spread riprende a salire, attestandosi intorno ai 520 punti base e il presidente del Consiglio, a sorpresa, ha preso il volo alla volta di Bruxelles

Il tempo stringe. La crisi attanaglia l'Italia, l'Europa pressa sulle riforme e lo spread vola. Che non c'è più tempo da perdere l'ha capito pure il presidente del Consiglio, Mario Monti che, a sorpresa, ha preso l'aereo e si è recato a Bruxelles dove è arrivato poco prima delle 18 nella sua abitazione privata. Ai giornalisti che gli chiedevano le ragioni della sua visita nella capitale belga, Monti ha risposto: "Io abito a Roma e a Bruxelles".

Come riferiscono fonti italiane, la visita di Monti a Bruxelles "è una tappa di lavoro importante" in vista del vertice di domani del Forum sul nuovo trattato salva-euro e dell’incontro a Parigi con il presidente francese Sarkozy. In particolare, il premier intende fare il punto della situazione sui negoziati sul nuovo trattato con l’ambasciatore italiano presso la Ue Ferdinando Nelli Feroci, che guida la delegazione italiana nel Forum tra i 26 stati membri (più l’osservatore della Gran Bretagna e i rappresentanti di Commissione Ue e Europarlamento), e alcuni suoi stretti collaboratori.

L’Italia si presenta alla riunione di domani con un pacchetto di misure importanti che riguardano il processo di riduzione del debito, il calcolo del deficit e stimoli alla crescita.

Infatti, il premier non tornerà a Roma in serata, ma proseguirà direttamente alla volta di Parigi, dove domani è atteso all'Eliseo da Nicolas Sarkozy.

Poi, l'11 gennaio, sarà la volta della cancelliera tedesca Angela Merkel, alla quale Monti spiegherà le misure economiche per arginare la crisi. E il giorno seguente, il presidente del Consiglio interverrà in Aula alla Camera per una informativa sugli sviluppi recenti e le prospettive della politica europea. Monti non sarà invece presente al question time di mercoledì 11, vista la concomitanza con altri impegni europei. 

In mezzo a tutto questo ci sarà la prima comparsata televisiva del 2012. Infatti, domenica prossima, Monti sarà ospite della trasmissione di Fabio Fazio Che tempo che fa, in diretta su Raitre alle 20 e 10 e illustrerà la situazione economica del Paese ma anche le prospettive di sviluppo e i provvedimenti che verranno adottati dal suo esecutivo nelle prossime settimane.

Sulla affidabile gestione della crisi da parte del senatore a vita non ha alcun dubbio il presidente della Repubblica, Giorgio Napolitano, il quale, parlando del dibattito politico sulle riforme che sembra essersi assopito a causa delle ferie natalizie, ha detto: "C’è meno rassegnazione, più apertura. Ci sono contatti in corso che spero approdino a dei risultati in materia soprattutto di riforme istituzionali, regolamentari, ed anche qualcuna con implicazioni costituzionali".

Il giudizio su Monti? "Per la sua esperienza di governo europeo - è stato dieci anni commissario europeo con cariche molto significative - ha tutti i titoli per poter porre le questioni che riguardano il modo di garantire rigore e crescita in Europa", si è detto convinto il capo dello Stato da Napoli, dove sta per concludersi la visita privata iniziata a Capodanno.

Il presidente della Repubblica ha poi aggiunto: "Il decreto approvato dal Parlamento è la prova concreta di come l’Italia sia, anche dal punto di vista del debito pubblico, affidabile. Mi pare che questo sia il senso delle dichiarazioni che il Presidente Monti ha fatto, poi vedremo quali sono esattamente le proposte del governo italiano al tavolo delle discussioni preparatorie del Consiglio europeo di fine gennaio".