Sorpresa, sotto i banchi una famiglia di ricci

Hanno visto delle spine muoversi per i corridoi. Si sono strofinati gli occhi. Pizzicati le braccia. Niente da fare, la palla spinosa camminava indisturbata. Non era un allucinazione. Hanno aguzzato la vista. La palla ricoperta di spine era ancora lì, sotto il banco. Si sono avvicinati, la palla si è rimpicciolita. Ancora più tonda. A guardar bene c’erano anche delle zampette rosa e un musetto. Un riccio. incuriositi hanno seguito il piccolo animale, che li ha portati, a sua insaputa, al suo segreto: quattro cuccioli. Così il personale della scuola elementare Bontempi di Pioltello ieri mattina ha fatto la curiosa scoperta: una nidiata di ricci custodita all’interno della scuola, all’insaputa di tutti.
I custodi hanno chiamato la polizia provinciale, che si è trovata di fronte all’originale caso: salvare un riccio e i quattro cuccioli (di circa 60 giorni) ancora in età di svezzamento, custoditi in un nido ricavato dentro una cabina contenente i comandi elettrici di un ascensore. Per fortuna gli animali, della specie Erinaceus Europaeus, piuttosto diffusa nel milanese, sono stati trovati in buone condizioni.
Sotto lo sguardo stupito delle maestre e le urla di eccitazione dei bambini, accorsi in massa per vedere i piccoli ricci, gli agenti hanno portato a termine il delicato compito. Hanno prelevato i mammiferi dal loro nido di fortuna per liberarli in un ambiente naturale protetto sempre nel Comune di Pioltello.