Sorpresa, il "tamarro" Kid Rock è una delle rivelazioni del 2008

Il cd dell’ex marito di Pamela Anderson ha venduto milioni di copie. E dal vivo lui raduna un pubblico di tutte le età

Londra - Che sia un «Cowboy», come si autodefiniva in una canzone di dieci anni fa, o il «Rock'n'roll Jesus», titolo del suo ultimo album, Kid Rock, rimane uno dei protagonisti indiscussi della scena musicale di quest'anno. Sì perché mentre tutti piangevano la crisi dell'industria discografica, lui debuttava al numero uno della classifica del magazine americano Billboard, vendendo 170mila copie solo nella prima settimana. Nato come un anomalo dj bianco alle feste hip hop, in diciotto anni di carriera, Kid Rock è riuscito a vendere ben venticinque milioni di dischi. Non sorprende, dunque, che a inizio mese al concerto di Londra i suoi fan abbiano riempito ogni angolo del prestigioso teatro Hammersmith Apollo. Il suo è un pubblico di tutte le età, che indossa giacche di pelle, tatuaggi e cappelli da cowboy, quasi fosse indeciso tra il punk e il country. Robert James Ritchie, suo vero nome, di solito è vestito di tutto bianco, nascosto da un cappello e occhiali scuri: sembra uscire direttamente dal libretto del suo ultimo cd. Kid Rock rappresenta il punto d'incontro tra hip hop, metal, country, rock e blues.

Insomma, un vero «camaleonte creativo» come a lui stesso piace definirsi. Poi ci sono tutti i gossip che lo riguardano, le canzoni scritte in prigione dopo un arresto per rissa, il matrimonio sullo yacth a Saint Tropez con Pamela Anderson (durato appena quattro mesi) e la dichiarata passione per le droghe e l'alcol. Oggi però, a trentotto anni e con un figlio di quindici, il cowboy rock pare essersi dato una calmata e si mette quasi a predicare. Così, dopo la ballata acustica Amen, all’Hammersmith si è rivolto al pubblico londinese: «Salutate e presentatevi a chi vi sta accanto, siamo diversi ma stasera la musica ci rende tutti uguali». La scena che è poi seguita ricorda quella di un prete che chiede ai fedeli di scambiarsi il segno di pace. Ma le parole più ricorrenti nei suoi testi non sono certo colme di devozione, piuttosto di imprecazioni, con «fuck» che viene usato al posto della virgola.

Durante il concerto non poteva mancare Half you age, la sferzata contro l'ex moglie e attrice di Baywatch che, quanto a capacità scandalistica, non si è mai fatta mancare nulla. Durante Three sheets to the wind, l'incontenibile Kid, però vestito di nero, è salito a cavalcioni sopra i piatti del dj e ha cominciato a «graffiare» i dischi al posto suo. Con All Summer Long, uno dei tormentoni più suonati in radio quest’anno, ha poi rivisitato il classico dei Lynyrd Skynyrd Sweet home Alabama, un’intuizione che gli ha fatto scalare le classifiche sia europee che oltreoceano. Insomma, dal vivo, lo stravenduto cd Rock'n'Roll Jesus, sprigiona con forza la quintessenza eclettica dell'artista. Si possono avanzare dubbi sul suo buon gusto ma non si può certo negare che sia nato per stare sopra il palco.