Sorprese Scorsese scuote la Berlinale con il paranormale «Shutter Island»

Martin Scorsese scuote il festival di Berlino con «Shutter Island», passato ieri fuori concorso, interpretato da Leonardo Di Caprio, Mark Ruffalo, Ben Kingsley e Michelle Williams e in uscita nelle sale italiane il 5 marzo in 400 copie distribuito da Medusa. Il film, che ha diviso la platea berlinese ricevendo un’accoglienza piuttosto tiepida tra qualche applauso e qualche dissenso, è tratto dal romanzo di Dennis Lehane, ex autista di limousine che oggi insegna scrittura creativa ad Harvard. Il grande fascino del libro è nel continuo inganno che l’autore esercita sul lettore e sui suoi personaggi: i fatti si confondono con la fantasia. Lo stesso Scorsese confessa di essere stato assalito dagli incubi. È la vicenda del federale Teddy, che arriva negli anni Cinquanta sull’isola della paura per indagare sulla scomparsa di Rachel Solando, una paziente dell’ospedale criminale.