Dal sorriso di Anna al cazzotto di Bobo: ecco le follie della moda

Nel mondo della moda l'immagine è tutto, ca va sans dire. Cosa meglio di una foto dunque? Ne sanno qualcosa gli ospiti della serata organizzata a Palazzo Morando da Vogue, per i giovani talenti di Who's On Next. Dove tutti, dai big ai nomi emergenti, sono alla corte di lady Anna (Wintour). Quando la direttrice di Vogue America entra, occhi e clic sono solo per lei. Tutti quelli che contano sono in attesa di un suo sguardo (e quale migliore occasione, perché non porta gli occhiali neri d'ordinanza). Alessandra Facchinetti precede l'ex rivale Frida Giannini, va a stringerle la mano, riceve un sorriso, e arrossisce. Mentre Cesare Paciotti le fa la posta finché non riesce a farsi immortalare insieme a lei. Cosa non si farebbe per un clic.
Ma anche no, perché poco lontano, mentre la Wintour si complimenta con l'emergente Alessio Spinelli per i (strepitosi) sandali dal tacco intercambiabile e per delle innovative decolletè in carbonio, l'autorevole collega dell'Herald Tribune Suzy Menkes saluta Eva Cavalli e il figlio. E, come per magia, estrae una fotocamera dalla borsa, e fa uno scatto, come una blogger (tanto di cappello, ma i veri big, si sa, sono i più umili). Altro evento altra storia di clic. Da Dondup, Bobo Vieri quasi picchia un paparazzo perché lo vuole fotografare: forse è un po' innervosito perché ha appena visto uscire la ex Melissa Satta? Alla sfilata di Scervino, qualcuno si aspetta la stessa reazione da Loredana Bertè, di solito scontrosa.
Invece, assediata dai fotografi, sfodera - a sorpresa - una posa molto osè (anche perché la minigonna a balze di sua produzione non lascia niente all'immaginazione). E se fuori da ogni sfilata, le fashion victim amazzerebbero per essere immortalati da un blogger e finire in rete (il trucco è mettersi addosso le cose più assurde che si hanno nell'armadio, il click è assicurato), fra i parterre e nei backstage succede sempre qualcosa di divertente. Come da Lorenzo Riva, dove in prima fila c'è il leghista Matteo Salvini con moglie e figlio. Quando vede lo stilista con un paio di pantaloni rossi tartan, gli chiede subito dove li può trovare: «Voglio mettermeli in Consiglio comunale, e vedere che faccia fa il sindaco Pisapia…», dice divertito e accaldato (niente cravatta verde, infatti). E il click scatta con Riva che gli si butta in braccio. Uno spettacolo.