Il sorriso alla domanda su Berlusconi?Ora Merkel e Sarkò smentiscono: un equivoco

Adesso Merkel e Sarkozy fanno dietrofront, tutto basato su un equivoco. "I due, di fronte alla domanda, si sono scambiati un sorriso sull’incertezza generata da chi dovesse rispondere prima alla domanda stessa".<strong> <a href="/interni/banche_crisi_crescita_ferma_e_poco_lavoroma_che_cosa_avra_mai_ridere_sarkozy/sarkozy-crisi-italia-economia-banche/24-10-2011/articolo-id=553330-page=0-comments=1" target="_blank">L'economia francese va a picco: cosa avrà da ridere Sarkò?</a></strong>.<strong> GUARDA</strong> <strong><a href="/video/la_risata_sarkozy/id=risata_sarkozy" target="_blank">IL VIDEO</a></strong>

Adesso è arrivata la smentita. Nessuna risata di scherno, nessuna ironia da parte del duo Merkel-Sarkozy nei confronti del premier Berlusconi e della situazione economica italiana. Dopo che il video ha fatto il giro dei media e si sono sprecate invettive contro il Cav e la credibilità internazionale del nostro Paese, adesso a smentire tutti questi teoremi sono proprio i protagonisti dell'episodio. 

"Le allusioni italiane sul sorriso scambiato ieri in conferenza stampa tra Merkel e Sarkozy sono basate su un equivoco". È quanto fanno notare fonti governative tedesche, commentando l’episodio di ieri a Bruxelles quando in conferenza stampa è stata posta loro una domanda sulle rassicurazioni fornite da Silvio Berlusconi. "Il video della conferenza stampa - spiegano le stesse fonti - mostra chiaramente che Merkel e Sarkozy, di fronte alla domanda, si sono scambiati un sorriso sull’incertezza generata da chi dovesse rispondere prima alla domanda stessa".

Sull'episodio si era espresso il ministro degli Esteri Franco Frattini il quale aveva protestato con parole dure: "Non si può tentare di mettere in ridicolo l'Italia per una questione del genere". Ora sembra che tutto sia tornato alla normalità. Almeno a parole.

Intanto, anche la presidente di Confindustria Emma Marcegaglia si è espressa in merito all'episodio e ha detto: "Non è accettabile che Merkel e Sarkozy facciano risolini sul notro Paese, non è tollerabile che due leader di due Paesi pur importanti dell’Europa possano permettersi di fare una cosa di questo tipo".