Il Sorriso francescano? Diventerà musulmano

Illustrissimo direttore, per costruire una moschea a Genova, ci pensano i francescani; la cosa è paradossale come lo è la scuola islamica di Milano, messa in piedi nei locali delle Acli.
A Genova, come si legge dai giornali, sembrerebbe che in cambio di un garage i francescani forniscano il terreno in un luogo più decentrato, ma per la differenza di valore si impegnerebbero ad edificare parte dell’opera.
San Francesco nel 1220 andò dal sultano Al Kamil per proporgli la conversione al cristianesimo dicendosi disposto a sfidare i capi religiosi musulmani pur di diffondere il cristianesimo, ritenuta l’unica religione che salva le anime. I francescani del XXI secolo addirittura aiutano a costruire le moschee. Cosa dobbiamo pensare?
Dei politici abbiamo poca fiducia visto che non pretendono la reciprocità nei Paesi islamici per la religione cattolica. Dobbiamo anche preoccuparci dei religiosi? Invece di convertire gli erranti li consolidiamo nel loro errore; insomma, al posto del Sorriso Francescano avremo il sorriso musulmano.
Cordiali saluti.
Segretario Associazione Cattolici Genovesi