Sorteggi: Inter-Chelsea, il Bayern alla Fiorentina e Milan-Manchester Utd

Sorteggio terribile  negli ottavi di finale di Champions.
La Fiorentina pesca la più pericolosa dell'urna. Mourinho trova Ancelotti e il suo passato. A Leonardo i <em>red devils</em> di Ferguson. Europa League: Juve-Ajax, Roma-Panathinaikos

Nyon - La pescata peggiore per l'Inter. Il Chelsea di Ancelotti. Mourinho contro il suo passato. E i nerazzurri contro la corazzata d'Europa. Non va meglio alla Fiorentina che, nel lotto delle seconde, trova la peggiore in assoluto: il Bayern Monaco che ha appena eliminato la Juventus. Il Milan resta fino all'ultimo in fondo all'urna e a Leonard non va meglio che ai colleghi. Per i rossoneri ci sarà il Manchester United. Non c'è più Cristiano Ronaldo, ma il collettivo di Ferguson è comunque di livello: Rooney, Berbatov e l'ex enfant prodige Owen davanti sono temibili e il secondo posto in Premier a tre soli punti dal Chelsea è una garanzia.

Gli ottavi Questi gli accoppiamenti: Stoccarda-Barcellona, Olympiacos-Bordeaux, Inter-Chelsea, Bayern Monaco-Fiorentina, Cska Mosca-Siviglia, Lione-Real Madrid, Porto-Arsenal, Milan-Manchester United. Gli ottavi si disputeranno su sfide di 180 minuti. Le gare di andata si disputeranno il 16-17 e il 23-24 febbraio, mentre gli incontri di ritorno sono fissati il 9-10 e il 16-17 marzo. Per le italiane sarà il Milan a giocare per primo ospitando il Manchester United martedì 16 febbraio prossimo, la partita di ritorno in Inghilterra si giocherà mercoledì 10 marzo. Inter-Chelsea si giocherà mercoledì 24 febbraio, con il ritorno martedì 16 marzo. Le date di Bayern Monaco-Fiorentina sono invece mercoledì 17 febbraio (andata in Germania) e martedì 9 marzo (ritorno al Franchi).

Europa League La Roma giocherà contro i greci del Panathinaikos nei sedicesimi di finale di Europa League. Lo ha stabilito il sorteggio di oggi a Nyon. Per la Juventus, declassata dopo il terzo posto nel girone di Champions, c'è l'Ajax. Le partite di andata si giocheranno il 18 febbraio, quelle di ritorno il 25 febbraio. Negli ottavi la Roma, se supera i sedicesimi, giocherà contro la vincente della partita tra Standard Liegi e Salisburgo, mentre la Juve, se supererà il turno, giocherà contro la vincente tra Fulham e Shakhtar. Le partite si disputeranno l’11 e il 18 marzo.

La Fiorentina: "Siamo pronti" "Torniamo ad affrontare il Bayern Monaco che l’anno scorso ci ha eliminati dalla Champions, ma questa Fiorentina ha dimostrato sempre finora di sapersi battere con le grandi. Quindi siamo pronti e non ci poniamo limiti". Così l’amministratore delegato della società viola Sandro Mencucci ha commentato il risultato del sorteggio. Mencucci rappresentava la società viola a Nyon. "Già essere qui, insieme ai maggiori club internazionali - ha aggiunto - è motivo di orgoglio e soddisfazione". Cesare Prandelli la butta sul ridere: "Quando abbiamo saputo dell’esito del sorteggio, con i miei giocatori nello spogliatoio ci siamo detti che sarebbe stato meglio arrivare secondi".

Il Milan: "Beckham esulta" "Il fato ha ascoltato David Beckham". Queste le parole di Umberto Gandini, responsabile organizzativo del Milan. Il Milan ha pescato il Manchester United come voleva David Beckham, che con la maglia rossonera tornerà per la prima volta da avversario all’Old Trafford. "Siamo pronti" ha detto Gandini, "contenti di non aver incontrato subito Ancelotti". Il Milan spera che la cabala si ripeta dopo le vittorie sullo United nelle edizioni del 2005 e 2007. "A noi Manchester ricorda la partita perfetta del 2007 che ci ha portato in finale ad Atene" ha commentato Gandini. I rossoneri dovranno stare in guardia da un Manchester "che gioca un ottimo calcio e che è pieno di risorse". Il Milan dovrà arrivare preparato ai due scontri ma "da qui a febbraio c’è tempo" ha concluso Gandini. Fiducioso Leonardo: "Ci è capitato il Manchester United, una squadra con una grande tradizione e con i nostri stessi obiettivi: giocheremo alla pari. Comunque bisogna vedere come staremo a febbraio, mancano quasi due mesi, e tra l’andata e il ritorno ci sono 25 giorni".

L'Inter: "Forti anche in Europa" Luis Figo, ministro degli Esteri dell’Inter, preferisce "non parlare di sfortuna" per commentare l’estrazione che ha designato come avversario agli ottavi di Champions League il Chelsea. "Certamente il Chelsea è una squadra forte, Josè la conosce bene, per lui sarà quasi come giocare in casa, ma con rispetto, perché l’avversario è forte" ha osservato Figo ai microfoni di Sky subito dopo il sorteggio: "Non parlerei di sfortuna. Perché, arrivati a questo punto della competizione, è difficile trovare squadre deboli e noi interisti siamo convinti delle nostre qualità, che sono tante". Nelle passate stagioni, però, l’Inter non ha mai fatto molta strada in Europa. "Non ci sono mai partite uguali ad altre, stagioni uguali ad altre. Certamente - prosegue Figo - oggi l’Inter ha un’esperienza europea maggiore rispetto a quella di qualche stagione fa. Noi interisti sappiamo che questo gruppo nerazzurro da anni domina il calcio in Italia, e credo che l’unica cosa da fare, partendo appunto dal Chelsea, è trasportare questa personalità, questa forza, anche nelle gare di Champions".

Il Chelsea non vede l'ora Il Chelsea, che pure avrebbe preferito non incontrare le italiane, è felice di rivedere allo Stamford Bridge Mourinho, un "grandissimo allenatore di una grande squadra", che conosce molto bene. Così un portavoce del club inglese ha commentato il sorteggio. "Come aveva detto Ancelotti, avremmo preferito evitare le italiane; ma, se vogliamo andare avanti in questa competizione per noi molto importante, sapevamo che prima o poi ci sarebbero toccate" ha detto il portavoce. "L’Inter è una grande squadra con un grandissimo allenatore, che conosciamo molto bene. Non vediamo l’ora di rivederlo allo Stamford Bridge" ha aggiunto.