Sos anoressia: bambine a rischio già a 12 anni

da Roma

Indossatrici «formato-manichino» su ogni passerella, e top model pelle e ossa «osannate» come dive. Anche per questo le bambine italiane si sognano mannequin fin dalle elementari. E arrivate alle medie il 60,4% vorrebbe essere più magra, una su quattro (oltre il 24%) ha già sperimentato una dieta e di queste aspiranti «acciughe» meno di un terzo (32%) si è rivolta a un medico per farsela prescrivere. Nella maggior parte degli altri casi il regime ipocalorico è fai-da-te (34%), oppure consigliato da genitori, amici, riviste o Internet (30%). «Dati allarmanti che rendono sempre più reale il rischio di anoressia dai 10 anni in su», conferma all'Adnkronos il presidente della Società italiana di pediatria (Sip), Pasquale Di Pietro, oggi a Milano per illustrare il decimo Rapporto annuale dell'Osservatorio adolescenti Sip.
L'indagine, condotta su 1.251 ragazzini della Penisola fra i 12 e i 14 anni, «fa luce su un problema che inizia a farsi preoccupante anche in Italia - continua l'esperto - anche se negli Stati Uniti i numeri restano molto più gravi». Secondo Di Pietro «urgono programmi di prevenzione ad hoc nelle scuole e anche fra i bimbi molto piccoli».