Con Sos-Call protezione a 360 gradi

Il dispositivo avvisa la centrale per l’assistenza in caso di incidente o emergenza

In leggera diminuzione morti e feriti per gli incidenti stradali. I furti d’auto sono in calo rispetto al 2007, ma guai ad abbassare la guardia. Sono alcuni dei dati che emergono dalla terza edizione della Guida alla Sicurezza Stradale promossa da Viasat Group, azienda che opera nella sicurezza satellitare, e illustrati in un incontro, alla presenza di Domenico Petrone, presidente di Viasat Group, e Umberto Guidoni, segretario generale della Fondazione Ania. «L’immediatezza del soccorso - commenta Massimiliano Balbo, amministratore delegato di Viasat - è fondamentale in termini di vite salvate o di riduzione dell’entità del danno. La stessa tecnologia satellitare inizialmente impiegata come antifurto per individuare e recuperare l’auto rubata, oggi trova applicazioni importanti anche nel campo della sicurezza delle persone che occupano i veicoli, a partire dalla salvezza di vite umane». In tal senso, Viasat ha presentato l’Sos-Call, sistema di sicurezza di ultima generazione che riesce a garantire, appunto, una protezione a 360 gradi. Attraverso un unico dispositivo - è stato sottolineato - sono assicurati sicurezza alla persona, assistenza medica e meccanica 24 ore su 24.
Inoltre la pressione del secondo tasto di cui è provvisto il dispositivo consente all’automobilista di richiedere servizi di infomobilità. Doppia è la funzionalità: automatica e manuale. Nel primo caso il dispositivo si attiva quando c’è un incidente. La funzione «crash» permette alla centrale Viasat l’immediata localizzazione dell’auto, consentendo l’intervento del soccorso medico. Qualora, invece, si attivasse l’Sos-Call manualmente, la pressione dell’apposito tasto permette di accedere ai servizi di assistenza e sicurezza erogati sempre da Viasat.