Sos dal Comune: «Oggi lasciate l’auto a casa»

L’appello che il vicesindaco Riccardo De Corato lancia ai cittadini è di quelli che non lasciano spazio a equivoci: per oggi niente macchina a Milano perché il ritorno a casa potrebbe trasformarsi in un’odissea a causa dell’abbondante nevicata, anche 20 centimetri, attesa per questo pomeriggio fino a tarda sera. Un invito che vale in particolar modo per i pendolari che a migliaia scendono in città dai comuni limitrofi. «Meno auto private ci sono in circolazione - dice De Corato - più tempestivo ed efficace potrà essere l’intervento dei mezzi spalaneve e spargisale». In base alle previsioni meteo, inizierà a nevicare forte da mezzogiorno, con un’intensificazione tra le 17 e le 21, fino ai venti centimetri. L’allarme resterà alto fino a mercoledì. Anche ieri intanto, il termometro ha fatto registrare temperature polari: meno sette nel pomeriggio con minima a meno 10 nella notte. E purtroppo il gelo ha fatto registrare una nuova vittima dopo il cinquantenne di Varese trovato privo di vita all’interno di uno sgabuzzino dell’Ippodromo il 15 dicembre. Si tratta di un clochard di 40 anni, rinvenuto ieri nelle cantine di uno stabile di via Baroni. Si riempiono intanto i ricoveri antifreddo messi a disposizione del Comune per i senzatetto. I 1.400 posti letto sono stati quasi tutti occupati con poche eccezioni. Intanto a Malpensa si sta cercando di risolvere l’emergenza del liquido antigelo degli aerei: in due giorni sono stati consumati 330mila litri di kilfrost, più del previsto e si aspettano nuove scorte.