Sos Yachting La giungla del fisco

Il nome è quantomai adatto al momento: «Sos Yachting». E lo scopo è proprio quello di andare in soccorso degli armatori sempre più disorientati in tema di fiscalità e noleggio di barche. L'idea è venuta a Fulvio Luise e Stefano Tositti, due nomi di spicco nel settore, che si avvarranno della consulenza fiscale della Moores Rowland Associati di Enzo Vannucci e della Clifford Chance di Carlo Galli. L'obiettivo è provvedere all'assistenza fiscale e alla gestione del pagamento dell'Iva alle autorità italiane per tutte le imbarcazioni immatricolate all'estero che non hanno una posizione fiscale in Italia diventata ormai obbligatoria anche per i charters. «Speriamo di contribuire a fare chiarezza e ad eliminare lo stress che molti nel settore lamentano quando devono navigare nelle regole fiscali italiane», ha spiegato Tositti. Tanto di cappello alla coppia di imprenditori. Ma perché l'Italia è l'unico Paese al mondo ad aver bisogno di uno «sportello» di consulenza fiscale? Chiedetelo agli armatori stranieri... Quest'anno, lungo le nostre coste e nei nostri porti turistici se ne vedono davvero pochi. Ci sarà pure un motivo: si sono stufati della nostra stupida burocrazia.