Sosia di Berlusconi sfida King Kong

L’attore italiano Maurizio Antonini, sosia di Silvio Berlusconi, ha provocato grande scompiglio alla prima europea del film King Kong chiedendo a gran voce di poter entrare insieme alle sue tre guardie del corpo al Palazzo della Berlinale sulla Potsdamerplatz, dove è avvenuta la prima. L'effetto era quasi perfetto ma la polizia alla fine ha deciso che non poteva essere il vero Berlusconi perché nessuno aveva preannunciato il suo arrivo. In realtà l'uscita di Antonini è stata una idea dei promotori del film Bye Bye Berlusconi di Jan Henryk Stahlberg, che sarà presentato al prossimo Festival del Cinema di Berlino.