Sospeso lo sciopero dei medici carcerari

I medici specialisti convenzionati con il carcere romano Regina Coeli hanno sospeso lo sciopero iniziato ai primi di febbraio per protestare contro il ritardo di sette mesi nel pagamento delle loro parcelle. «Dopo le rassicurazioni fornite dal direttore dell’istituto, Mariani, riguardo la risoluzione del contenzioso - dice il rappresentante degli specialisti, Luigi Antonio Persico - e preso atto del crescente disagio dei detenuti, riprendiamo le consulenze mediche».