Un sospettato per il delitto al Penny

C’è un indagato per l’omicidio di Emanuela Biagiotti, la donna di 32 anni ammazzata venerdì scorso nel supermercato Penny Market di via Palazzo dei Diavoli, a Firenze, dove lavorava come vicedirettrice. Si tratterebbe di una persona che avrebbe avuto contatti con il supermercato e la cui figura sarebbe emersa nell'ambito della pista interna al luogo di lavoro della vittima. Su di lui graverebbero alcuni sospetti che sono in corso di verifica anche attraverso alcuni accertamenti di polizia scientifica - impronte e reperti biologici - in corso a Roma. Gli inquirenti avrebbero trovato in una lavanderia della zona, un'ora dopo il delitto, un paio di suoi pantaloni sporchi di sangue. Durante una perquisizione nella sua abitazione, gli investigatori hanno trovato nel giubbotto appeso all'attaccapanni 4.900 euro, proprio la somma che era stata rubata venerdì mattina dalla cassaforte del Penny Market.