Sosta a Castelletto, nuove regole per le strisce blu

Novità per la sosta nelle strisce blu di Castelletto. «In base a una decisione presa dal Comune - spiega l’Ami - la sosta nelle zone blu dei corsi Armellini, Solferino, Magenta, Paganini e Firenze è consentita, oltre ai veicoli che espongono il contrassegno “zona H”, anche a quelli in possesso del tagliando residenti per la sottozona G (vale a dire G/H, G/F, H/G)».
L’Ami raccomanda a tutti i genovesi di controllare la data di scadenza del contrassegno per la sosta nelle strisce blu. «I tagliandi dei residenti nelle sottozone F e G sono scaduti già da alcuni mesi. Invitiamo pertanto chi non li avesse ancora rinnovati a mettersi in regola al più presto. Il contrassegno adesivo può essere chiesto agli sportelli Blu Area in viale Brigate Partigiane 1/A, aperti al pubblico dal lunedì al venerdì con orario continuato dalle 8.30 alle 17.30». È possibile anche ricevere a casa il contrassegno: «Bisognerà pagare 3,40 euro per le spese di spedizione attraverso un bonifico bancario. Collegandosi al sito internet www.bluareagenova.it è possibile poi eseguire il rinnovo “on line”, scegliendo in che modo ricevere il tagliando». L’Ami ricorda il centralino per le informazioni (010-5956881). «Per quanto riguarda inoltre il rinnovo del contrassegno “zona H”, informiamo i residenti che sarà inviata una comunicazione scritta a domicilio con le indicazioni per rinnovarlo. È necessario aspettare questa lettera prima di recarsi agli sportelli per fare la pratica di rinnovo».
L’azienda ricorda infine che i suoi ausiliari del traffico controllano i veicoli in sosta nelle zone blu e possono fare la multa a chi è in doppia fila, pratica che intralcia il traffico e crea pericoli. A questo proposito l’Ami risponde anche alla lettera di Luigi Parodi pubblicata dal Giornale il 7 novembre. «Il Piano sosta blu è attivo nelle zone di Centro, Carignano, Foce e Alture dal lunedì al sabato, dalle 8 alle 20, mentre la sosta è gratuita nei giorni festivi tutta la giornata, e nei feriali dalle 20 alle 8 del mattino successivo - scrive l’azienda - Gli ausiliari del traffico di Ami, addetti al controllo della sosta nelle zone blu, sono in servizio nei giorni e negli orari appena indicati, pertanto non è possibile che siano state elevate sanzioni domenica scorsa, come segnalato dal lettore».
«Gli ausiliari del traffico - continua Ami - effettuano principalmente un servizio di controllo, monitoraggio e presidio del territorio e il loro compito non è quello di “far cassa”. La presenza degli ausiliari del traffico consente infatti, oltre alla corretta applicazione del piano delle zone blu, anche di individuare e segnalare alla polizia municipale autovetture e motocicli rubati e di avvisare direttamente i proprietari degli atti vandalici subiti dalle proprie autovetture».